Tumore surrenale sopravvivenzaTumore surrenale sopravvivenza: il cancro del surrene è una rara neoplasia che colpisce le ghiandole surrenali (piccoli organi situati sopra i reni, costituiti dalla strato esterno e quello interno, dal funzionamento separato). Il cancro di solito colpisce lo strato più esterno (corticale). Una diagnosi accurata e precisa può aumentare le probabilità di sopravvivenza.

Tumore surrenale sopravvivenza

I fattori da cui dipende il tempo di sopravvivenza a questa forma di neoplasia, sono molti: il grado di estensione della patologia all’atto della diagnosi, la risposta individuale al trattamento, lo stato di salute globale del soggetto colpito.


Se la diagnosi è precoce e il cancro non si è ancora diffuso, la media di sopravvivenza a cinque anni è di circa il 70%. Percentuale che scende al 45% se il carcinoma coinvolge i tessuti circostanti il surrene e al 6% se le metastasi hanno raggiunto distretti più distanti.

Tumore surrenale sopravvivenza: diagnosi

La diagnosi si basa su un’attenta anamnesi, un esame obiettivo, gli esami del sangue e delle urine (generiche e specifiche di alcuni ormoni). A questi esami si associano generalmente la diagnostica per immagini e l’esecuzione di una biopsia. Rispetto ad altre patologie tumorali, in questo caso, per effettuare la biopsia si preleva spesso l’intero surrene e non solo un suo frammento.

Fra i test di imaging troviamo:

  • Radiografia del torace: ci evince sulla possibilità che il cancro abbia raggiunto i polmoni o se siano presenti complicazioni cardiologiche o polmonari).
  • Ecografia.
  • TAC con mezzo di contrasto: più efficace dell’ecografia in questo tipo di neoplasie, e consente di valutare un’eventuale diffusione nelle aree limitrofe.
  • PET (tomografia ad emissione di positroni): si esegue attraverso l’iniettamento di glucosio radioattivo per endovena. Gli aggregati radioattivi identificheranno le cellule cancerogene.
  • Risonanza magnetica con mezzo di contrasto: di solito utilizzata per individuare la presenza di cancro della ghiandola pituitaria, che genera sintomi simili a quelli della patologia in esame.

Tumore surrenale sopravvivenza: altri test

  • Laparoscopia: utile per osservare da vicino il sospetto carcinoma e per, eventualmente, rimuovere i tumori di piccole dimensioni.
  • Biopsia: consiste nella rimozione chirurgica del tessuto, per effettuarne una valutazione al microscopico. E’ il test che fornisce la certezza della presenza o meno delle cellule neoplastiche e, individuandone le caratteristiche, consente di scegliere il trattamento più idoneo.

Gli ormoni presenti nel sangue e nelle urine che si analizzano sono: il cortisolo (la sua concentrazione è elevata in caso di carcinoma), l’aldosterone (livelli alti in caso di tumore), gli androgeni ed estrogeni (livelli elevati indicano neoplasia).

Guide mediche: letture consigliate

  1. Acquista su Amazon una guida medica per la famiglia
  2. Acquista su Amazon un testo utile per la tua gravidanza
  3. Acquista su Amazon un testo utile per la crescita dei tuoi figli

ARTICOLI CORRELATI

> Tumore al rene
> Tumore al rene: sopravvivenza
> Tumore renale metastatico: prognosi
> Angiomiolipoma renale
> Patologie: indice generale