Come addestrare un labradorCome addestrare un labrador: l’educazione di un labrador inizia molto presto (all’incirca dopo i due mesi di vita) con l’obiettivo di recepire le regole e gli insegnamenti che gli serviranno fino all’età adulta. Se non vogliamo un cane indisciplinato che combini guai in ogni momento, occorre agire affinché comprenda cosa deve o non deve fare. L’impresa non è delle più semplici perché è necessaria tanta pazienza, costanza e la giusta rigidità per trasmettergli le basi per una corretta convivenza con gli altri animali e con gli esseri umani.

Come addestrare un labrador: obiettivi principali

  • Abituare il labrador al guinzaglio (Acquista su Amazon) e alla museruola (acquista su Amazon) nei luoghi pubblici in cui la legge lo impone.
  • Insegnare al cucciolo a fare i propri bisogni fuori di casa, oltre a impartire i comandi: “no”, “fermo”, “seduto”, ecc.

L’addestramento dei cani si basa principalmente su insegnamenti che puntano sulla gratificazione e sulla punizione eseguiti in maniera costante e ripetuta. Vediamo l’approccio nei seguenti casi:

Come addestrare un labrador: l’andatura al guinzaglio

La prima volta che un labrador vede un guinzaglio, l’istinto può portarlo a diverse reazioni: può giocarci o rosicchiarlo, può rifiutare di iniziare la passeggiata una volta indossato o, ancor peggio, può strattonarvi in segno di fastidio. Questa serie di atteggiamenti manifestano l’impulso del cane a voler imporre la propria volontà sul padrone; all’inizio si è portati a sottovalutare il problema a causa delle dimensioni ridotte del cucciolo ma, una volta adulto e raggiunto un peso considerevole, la gestione potrebbe davvero diventare difficoltosa.


Il consiglio generale è sempre quello di non forzare la situazione in quanto il labrador, per recepire l’insegnamento, ha bisogno di associarlo a un evento gradevole. Una breve passeggiata (5 o 10 minuti) al guinzaglio ripetuta nel tempo, verrà percepita in seguito come una piacevole abitudine.

Il passo successivo è placare la fase eccitatoria nel momento in cui incontra altri cani. Il sistema più efficace è quello di lavorare sul sistema gratificazione-punizione accennato in precedenza: a ogni comando svolto deve seguire un premio (a scelta tra biscottini o coccole), mentre se proprio non ne vuole sapere, l’atteggiamento rigido gli farà capire che avrebbe dovuto comportarsi in maniera diversa. Anche la voglia di tirare del cucciolo deve essere gestita attraverso l’uso dei bocconcini, incentivandolo a restare al passo e a non cedere a scatti improvvisi.

Leggi: Come abituare il cane al guinzaglio

Come addestrare un labrador: bisogni fuori casa

Un altro aspetto legato a come addestrare un labrador consiste nell’educarlo a urinare e a defecare fuori casa. Il cane ha bisogno di essere portato fuori a ogni pasto finché non capisce che quel determinato momento è dedicato ai suoi bisogni fisiologici. All’inizio è utile prendere in braccio il cucciolo e portarlo fuori non appena accenna ad accucciarsi. Il comportamento ripetuto unito a una buona dose di croccantini e carezze lo porterà ad apprendere serenamente questa abitudine.

Va da sé che durante il primo periodo di addestramento le esigenze del labrador avranno la priorità sulle vostre, ma questo non significa che anche lui possa adattarsi alle abitudini della famiglia senza problemi. Il buon senso sta sempre nel mezzo: lasciare il cane in casa da solo o farlo uscire solo per espletare i propri bisogni non è mai un bene.

Leggi anche: Come insegnare al cane a fare i bisogni fuori casa e Come addestrare un cane

Acquista su Amazon il cibo per il tuo Labrador

Labrador: letture consigliate

Acquista su Amazon un testo che può aiutarti a prenderti cura nel modo migliore del tuo caro amico.


ARTICOLI CORRELATI

> Labrador
> Labrador: il carattere
> Labrador: alimentazione
> Nomi per labrador femmina 
> Nomi per labrador maschio
> Indice Generale Cani
> Razze di cani