Quando trapiantare le ortensieQuando trapiantare le ortensie: è possibile trapiantare un’ortensia quando questa ha ormai perso tutte le foglie e ha iniziato una pausa vegetativa, vale a dire in tardo autunno o a fine inverno.

Per le ortensie in vaso, potete accorgervi che è il momento di trapiantarle in un vaso più grande quando le foglie tendono all’ingiallimento. Oppure, notando che le radici hanno riempito l’intero vaso e iniziano a uscir fuori dal foro di drenaggio posto sul fondo.

Quando trapiantare le ortensie: rinvaso

Per dare alla vostra ortensia una casa più grande potete procedere in questo modo. In maniera molto delicata, per non rompere le radici, eventualmente aiutandovi con un coltello senza punta (infilandolo tutto intorno al pane di terra) piano piano cercate di staccare la pianta dal vecchio vaso e poi di tirarla fuori. Mentre la tirate da sopra, se potete, provate anche a dare una spinta dal basso, dal foro di drenaggio.


Appena la pianta è uscita, liberatela dall’argilla espansa che si è attaccata sul fondo del pane di terra. Maneggiatela con cura, in modo che non si spacchi. Poi inserite l’argilla espansa (utile per il drenaggio)(acquista su Amazon) recuperata nel nuovo e più grande vaso e subito dopo aggiungete uno strato di nuovo terriccio (acquista su Amazon). Spaccate per bene la terra e premete, per creare un buon appoggio e per eliminare le sacche d’aria.
A questo punto inserite la pianta nel nuovo vaso (acquista un vaso su Amazon), in modo che la superficie del pane di terra coincida con la superficie del vaso. Ora riempite le zone vuote con del nuovo terriccio, inserendolo tutto intorno e compattando. Assicuratevi che non emergano radici in superficie, perché la pianta potrebbe patire il freddo, se sta giungendo la stagione invernale.

Video: Trapianto di ortensia (by ritaeilgiardinaggio)

Quando trapiantare le ortensie: consigli

Le ortensie non tollerano il pieno sole. L’ombra deve proteggere la chioma e il vaso, tanto che un vaso esposto all’irradiazione diretta del sole può danneggiare le radici e, nel giro di poco tempo, vi ritrovereste con un’ortensia che non fiorisce a causa dell’eccessivo riscaldamento del terriccio.

Le ortensie che non possono essere collocate in posizione riparata, possono essere protette dal freddo dell’inverno con uno strato di tessuto non tessuto e qualche centimetro di materiale pacciamante posto ai piedi della pianta. La pacciamatura è una tecnica molto utile che vi aiuterà a proteggere la pianta dal caldo estivo e dal gelo invernale. In inverno sospendete ogni tipo di irrigazione.

Giardinaggio e orto: letture consigliate

Acquista su Amazon un testo di giardinaggio chiaro e completo, ricco di consigli pratici e di informazioni utili.

Acquista su Amazon un testo sull’orto chiaro e completo, ricco di consigli pratici e di informazioni utili.


ARTICOLI CORRELATI

> Ortensia, cura e coltivazione
> Ortensia: concime
> Indice Generale Piante e Giardino
> Elenco completo delle Piante