ViolaViola: nota come violetta o viola del pensiero, è una delle piante stagionali più utilizzate per adornare di colore i mesi più caldi dell’anno. Le sue foglie sono ovali dal contorno dentato, unite in piccoli cespugli compatti. In autunno e primavera nascono molti fiori, che presentano uno sperone posteriore e 5 petali colorati, a volte di un solo colore, come nella Viola cornuta, altre di varie tonalità distribuite in forma concentrica, come per la Viola tricolor.

La Viola odorata, una specie erbacea silvestre, più nota come mammola, si comporta come una perenne. Al genere viola appartengono circa 400 specie diffuse in tutto l’emisfero settentrionale, ma anche in Australia e in Nuova Zelanda.

Fiorisce da maggio a settembre.

Viola: clima e terreno

Le specie originarie del sottobosco preferiscono la mezz’ombra, ma in genere tutte le specie si sviluppano bene in una posizione luminosa.

Il terreno deve essere fertile, contenente argilla e sabbia, meglio se arricchito con stallatico.

Viola: pratiche colturali

D’estate necessitano di un periodo di riposo, come buona parte delle piante di bosco, ed è perciò necessario mantenerle fresche, ma non annaffiarle troppo perché getterebbero troppo foglie e stoloni, che poi non fioriscono, perciò è utile coprire le piante con cannicciati.


Per stimolare la fioritura, potete somministrare del concime liquido specifico per piante da fiore (acquista su Amazon) ogni mese, diluendo il fertilizzante nell’acqua delle innaffiature.

La viola non ha bisogno di potatura; basta eliminare le parti danneggiate, le foglie secche e i fiori appassiti. Si consiglia di eseguire queste operazioni con delle forbici e dei coltelli affilati e puliti, in modo da evitare l’insorgere di infezioni e danni alla pianta. Acquista su Amazon le cesoie per potatura

Le viole del pensiero gialle sono molto sensibili alla pioggia; per non dover rinunciare ad averle nel proprio giardino potete collocarle ai piedi di un albero.

Viola: riproduzione

La riproduzione della viola avviene per seme, tra giugno e l’inizio di agosto, spargendo i semi sulla superficie della composta e annaffiando abbondantemente. Scegliete una posizione fresca e ombreggiata fino al momento in cui compaiono le piantine, che hanno invece bisogno per crescere di molto sole.

Appena raggiunta un’altezza di circa 5 cm, potete trasferirle in vasetti e metterle a dimora, tra settembre e ottobre.

In genere, in giardino la viola si riproduce spontaneamente.

Se utilizzate la talea, avrete piantine con una maggiore resistenza; si prelevano a settembre, da fusti non fioriferi. Devono misurare circa 5 cm ed essere recise sotto il picciolo di una foglia. Si piantano poi in una composta di sabbia non troppo fine e torba, in cassone freddo. Una volta che hanno radicato possono essere spostate in vasetti dove passeranno l’inverno, per essere poi messe a dimora nella primavera successiva.

Oltre che per talea potete anche eseguire la divisione dei cespi adulti, in primavera, facilitata dalla robustezza dell’apparato radicale di queste piante.

Viola: coltivazione in vaso

Le viole del pensiero sono adatte ai vasi e sono quindi un’ottima soluzione per i terrazzi durante la stagione invernale. Non temono le rigide temperature invernali, al contrario è molto più facile che si rovinino durante la stagione estiva. Cercate però di posizionare i vostri vasi in una zona abbastanza soleggiata durante l’inverno in modo che possano trarre il maggior beneficio possibile dai raggi solari anche con il freddo.

Utilizzate vasi molto ampi (acquista su Amazon), che possano ospitare un buon numero di piantine, in modo da creare una bella macchia di colore sul vostro terrazzo o giardino. Piantate le viole del pensiero molto vicine tra loro e fate molta attenzione a evitare i ristagni d’acqua, che possono creare dei problemi durante le gelate invernali.
Scegliete un terriccio fertile e ben drenato.


Le piantine non hanno bisogno di essere innaffiate con grande frequenza, premunitevi soltanto di non lasciarle senza acqua durante periodi molto secchi, anche invernali. Acquista un innaffiatoio su Amazon

Viola: cure

Le viole possono essere attaccate da afidi e cocciniglie, che danneggiano foglie e fiori; il rimedio consiste nel lavare la pianta con una spugna, in modo da eliminare manualmente i parassiti, oppure nell’utilizzare un antiparassitario specifico. In caso di eccessiva umidità potrebbero manifestarsi delle malattie fungine; queste malattie vanno prevenute evitando di dare troppo acqua alla pianta e vanno combattute con fungicidi specifici (acquista su Amazon).

Giardinaggio e orto: letture consigliate

Acquista su Amazon un testo di giardinaggio chiaro e completo, ricco di consigli pratici e di informazioni utili.

Acquista su Amazon un testo sull’orto chiaro e completo, ricco di consigli pratici e di informazioni utili.o


ARTICOLI CORRELATI

> Indice Generale Piante e Giardino
> Elenco completo delle Piante