WeimaranerLe origini di questa razza pare abbiano radici in Germania ma ancora oggi non si hanno notizie certe in quanto, come voleva la tradizione tedesca, le tracce della nascita del Weimaraner sono state distrutte in maniera da tenerne segreta l’origine. Il suo nome sicuramente nasce alla corte di Weimar intorno al XVIII secolo con il Granduca Carl August, detto “il cacciatore tra i re ed il re tra i cacciatori”. Lui selezionò questa razza per destinarla alla caccia nelle foreste della Turingia.

Dal 1890 circa, la razza è sottoposta a un allevamento pianificato e controllato dall’iscrizione in un Libro Origini. Dopo che il Weimaraner è stato iscritto in un libro origini e allevato come pura razza, sono stati evitati incroci con altre razze, e specialmente con i Pointer. Essendo allevato come razza pura da circa cento anni, il Weimaraner è verosimilmente il più antico dei cani da ferma tedeschi.

Weimaraner: caratteristiche (ENCI)

Altezza al garrese
Maschi: da 59 a 70 cm. Taglia ideale da 62 a 67 cm.
Femmine: da 57 a 65 cm. Taglia ideale da 59 a 63 cm.

Peso
Maschi: da 30 a 40 kg
Femmine: da 25 a 35 kg

Proporzioni importanti: lunghezza del corpo/altezza al garrese 12/11. Distanza della punta del naso dallo stop leggermente maggIore della distanza dello stop dalla protuberanza occipitale.
Distanza del garrese dal gomito pressoché uguale a quella del gomito a metà del metacarpo.


Cranio: in armonia con la taglia del cane e le dimensioni della regione facciale. Più largo nel maschio che nella femmina, ma le proporzioni rimangono uguali. Fronte con evidente solco mediano. Protuberanza occipitale da poco a moderatamente sviluppata. Arcate zigomatica ben visibili.
STOP molto poco marcato.

Tartufo: grande, sovrasta la mascella inferiore, di colore chiaro che tende al grigio verso la parte posteriore.

Labbra: mediamente coprenti, dello stesso colore chiaro del palato. Plica labiale ben marcata.

Mascelle/denti: mascelle potenti. Dentatura regolare, completa e potente con articolazione a forbice.

Occhi: di colore da ambra chiaro ad ambra scuro. Espressione intelligente. Rotondi, in posizione leggermente obliqua, con palpebre perfettamente aderenti. I cuccioli sono dotati di occhi di colore blu cielo.

Orecchie: larghe e piuttosto lunghe, raggiungono circa la commessura labiale. Attaccatura altra, strette alla base, leggermente arrotondate all’estremità. Quando il cane è attento, sono leggermente girate verso l’avanti e arricciate.

Coda: attaccatura un poco bassa, al di sotto della linea del dorso, più bassa che nelle altre razze confrontabili. Coda molto ricca di pelo e potente. Pendente a riposo, viene portata orizzontale o leggermente più alta quando il cane è attento o in azione.

Andatura: molto slancio e ampiezza a tutte le andature. Arti anteriori e posteriori paralleli. Al galoppo, falcate lunghe e raso al suolo. Al trotto il dorso resta orizzontale. Ambio non desiderabile.

Pelle: ferma, ben aderente ma senza eccesso.

Manto
Pelo raso
: pelo di copertura corto (ma più lungo e denso che nella maggior parte degli altri cani similari), duro, molto spesso, ben coricato. Con o senza presenza di sottopelo.

Pelo duro: pelo di copertura soffice e lungo, con o senza sottopelo, liscio o leggermente ondulato. Pelo alla attaccatura della orecchie lungo e ben cadente. Ammesso pelo vellutato alle estremità delle orecchie. Lunghezza sulle costole da 3 a 5 centimetri, un poco più lungo sotto il collo, sul petto e sul ventre. Più lungo e frangiato sulle natiche. Presenza di un buon fiocco nella coda. Spazi interdigitali pelosi. Pelo della testa meno lungo. Nei soggetti di razza non pura può essere presente un pelo che ricorda un pelo doppio, con pelo di copertura di lunghezza media, serrato, ben adattato, con sottopelo fitto e frange bene sviluppate sulle natiche.


Colore: grigio argento, grigio brunastro, grigio topo, e tutte le sfumature intermedie. La testa e le orecchie sono in generale di colore più chiaro. Macchie bianche non sono autorizzate che in minima misura sul petto e fra le dita. Talvolta sulla metà del dorso vi è una striscia scura più o meno marcata detta “riga di anguilla “. Macchie di colore bruno costituiscono grave difetto.

Weimaraner cuccioliWeimaraner: carattere

Anche in famiglia riesce a instaurare con tutti i componenti un buon rapporto, affezionato e ubbidiente con il padrone, dolce e paziente con i bambini come è sempre stato fin dalle sue origini. Al tempo stesso ha un’ottima predisposizione alla guardia grazie alla sua forte territorialità risultando molto protettivo nei confronti della famiglia. È consigliabile una socializzazione accurata fin dai primi mesi di vita, sia con persone sia con altri cani, perché a causa della loro naturale diffidenza verso gli estranei potrebbe manifestare un carattere aggressivo.

È opportuno fornire loro un adeguato esercizio fisico, dedicare molto tempo al gioco e magari impartirgli un’educazione professionale con un istruttore cinofilo. Così facendo si potrà tenere sotto controllo il suo esuberante comportamento e la sua costante “voglia di fare”; anche il padrone, dal suo canto, deve munirsi di forte pazienza e coerenza. Ignorando questi piccoli accorgimenti potrebbero sopraggiungere problemi comportamentali come quello, ad esempio, di rosicchiare mobili o altro nel caso in cui venga lasciato solo in casa. Inoltre con un’adeguata educazione si riuscirà a controllare quel lato venatorio che vive in lui fin dalle sue origini.

Weimaraner: alimentazione

Giancarlo Nazari:

“Personalmente consiglio di educare il cane a un’alimentazione variata, alternando le crocchette a una pasto (casalingo) composto da carne e riso ben cotto e lavato per eliminare l’amido, verdure (zucchine e carote), ricordando che la vitamina E di quest’ultimo ortaggio verrà assorbita dall’organismo solo se aggiungeremo un cucchiaino di olio di mais. Rivolgetevi al vostro veterinario per spiegazioni più mirate e approfondite, perché seguirà il vostro cane dai primi mesi sino alla vecchiaia, periodo in cui una corretta alimentazione diviene particolarmente importante e potrebbero essere indispensabili integrazioni e supplementi di minerali o nutraceutici (sostanze alimentari dalle comprovate caratteristiche benefiche e protettive nei confronti della salute sia fisica che psicologica).”

“Vorrei inoltre ricordare che la cipolla è un alimento altamente tossico per il cane perché porta alla scissione dei globuli rossi, quindi prestate molta attenzione che non la scambi per una pallina. Livello di attenzione alto anche per aglio, rape e cavolo.”

“Gli ingredienti da evitare nella preparazione dei pasti casalinghi sono: scarti di carne troppo ricchi di tendini, uova e pesce crudo, patate, pane e cereali crudi. Non eccedete, infine, nell’integrare le vitamine”.

Acquista su Amazon il cibo per il tuo caro amico

Weimaraner: salute

Le patologie che interessano frequentemente il Weimaraner sono: la Torsione gastrica (Torsione dello stomaco) e la Displasia dell’anca, rispettivamente patologie dello stomaco e dell’articolazione coxo-femorale. La prima si verifica di frequente in razze di taglia grande come il Weimaraner ed è caratterizzata da un esito spesso negativo che porta al decesso in breve tempo. Non esiste una vera e propria profilassi; si consiglia di suddividere il pasto almeno in 2 volte durante il giorno ed è opportuno evitare che il cane compia corse o bruschi movimenti dopo aver assunto il cibo.

La displasia dell’anca è una patologia che interessa lo sviluppo dell’articolazione coxo-femorale ed è caratterizzata da un’incongruenza delle superfici articolari e lassità dei legamenti di sostegno. La terapia può prevedere l’intervento chirurgico con sostituzione dell’articolazione “difettosa” e l’impianto di una protesi.

Durante l’acquisto di un cucciolo sarebbe opportuno visionare il pedigree dei genitori e possibilmente anche quello di vari consanguinei che ovviamente devono risultare esenti da questa patologia. È consigliato, a questo proposito, l’acquisto di cuccioli provenienti da allevatori certificati e riconosciuti dall’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, almeno per quanto riguarda il nostro Paese.

Esistono altre patologie di minor interesse per il Weimaraner quali:

  • Malattia di von Willebrand
  • Criptorhidismoc
  • Atrofia progressiva della retina
  • Entropion
  • Displasia del gomito
  • Ipotiroidismo
  • Osteodistrofia ipertrofica
  • Immunodeficienza dell’ormone della crescita

Acquista su Amazon tutto l’occorrente per una toelettatura perfetta

Weimaraner: letture consigliate

Acquista su Amazon un testo che può aiutarti a prenderti cura nel modo migliore del tuo caro amico


ARTICOLI CORRELATI

> Indice Generale Cani
> Razze di cani