RottweilerIl rottweiler è un cane robusto di taglia medio grande, il suo aspetto proporzionato, massiccio e vigoroso rivela coraggio, prontezza e resistenza. Generalmente ha un’andatura al trotto, risoluta ed armoniosa, dalla quale traspare potenza e agilità.

Il rottweiler è tra le razze canine più antiche, dalla discendenza incerta. Si suppone che la sua provenienza derivi da un mastino orientale portato in Europa dai Fenici. L’origine del rottweiler risalirebbe ai tempi dei Romani che lo utilizzavano come cane da guardia (agli accampamenti militari) e da pastore (per la conduzione delle mandrie). Sarebbero stati i Romani a diffonderlo nei vari territori. Si narra che proprio durante una campagna bellica, gli antenati del rottweiler fecero da scorta ai legionari, proteggendoli e guidando il bestiame quando i soldati oltrepassarono le Alpi. Quando le legioni romane si stabilirono nella regione tedesca di Rottweil, i cani che avevano scortato i legionari, si trovarono in contatto con i cani locali generando degli incroci tra le due varietà.

Quando, all’inizio del XX° secolo, la polizia ebbe bisogno di cani per svolgere le proprie mansioni, il rottweiler si dimostrò perfettamente adatto. Oltre a essere utilizzato in alcune azioni come ausiliario della polizia e dell’esercito, il rottweiler viene anche impiegato come guardiano di mandrie, cane da difesa personale e della proprietà, ed in alcuni paesi, come cane da valanga e da catastrofe.


La razza, così come la conosciamo oggi, è stata selezionata nell‘800 nella città tedesca di Rottweil dalla quale prende il nome e divenne popolare in Europa nei primi del ‘900. L’F.C.I. (Federazione Cinofila Internazionale) classifica il rottweiler nella Sezione 2A – “Molossoidi”, Tipo “Mastino” del Gruppo 2 “Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani Bovari Svizzeri”.

Il rottweiler è di colore nero, con focature di tono marcato bruno-rosso, evidenti nelle seguenti parti del corpo: guance, muso, sotto il collo, petto, arti, sopra gli occhi e sotto la radice della coda. Al contrario di altri molossoidi, il rottweiler in genere non sbava, il pelo è corto e ben aderente al corpo.

Rottweiler: in casa

Si adegua facilmente alla vita in casa, anche se va tenuto conto di:

  • la taglia: per lo standard di razza, il maschio ha un’altezza al garrese che può oscillare tra i 61 e i 68 cm)
  • il peso: che nei maschi secondo lo standard, dovrebbe attestarsi intorno ai 50Kg
  • la naturale, straripante esuberanza del rottweiler

che evidenziano come poter disporre di spazi aperti e ampi renderebbe il vostro cane ancora più felice.

Sebbene sia un cane che può tollerare il freddo e in inverno dormire all’aperto in una cuccia coibentata, ha comunque necessità di uno stretto rapporto con il padrone.

Se cercate un compagno di vita, un amico che vi dia sicurezza, col quale instaurare un rapporto di fiducia assoluta, è consigliabile prendere un cucciolo di tre o quattro mesi, da educare personalmente o con l’aiuto di un esperto.

Rottweiler: alimentazione

L’alimentazione del rottweiler deve essere ben curata e gestita. Il cucciolo dallo svezzamento fino a un anno d’età ha bisogno di tre pasti al giorno: i croccantini di qualità in commercio contengono tutto il fabbisogno nutritivo (acquista su Amazon).

In età adulta, il pasto viene consumato una volta al giorno (molti veterinari preferiscono due volte al giorno). Il Rottweiler ha bisogno di circa 700 g di croccantini a base di pollo, verdure e carne.


Il rottweiler è molto vorace, se preferite preparargli personalmente il pasto, sappiate che esso deve contenere in maniera equilibrata, tutti gli elementi nutritivi di cui il cane ha bisogno. Il vostro veterinario potrà aiutarvi a mettere a punto un’alimentazione appropriata, completa e bilanciata.

Il rottweiler di solito gradisce sempre il suo pasto anche se gli offrite con una certa metodicità la stessa pappa. Se invece il vostro rottweiler è particolarmente attivo (se ad esempio si allena per prove di lavoro), allora sarà bene variare l’alimentazione. E’ raccomandabile non fargli mancare l’acqua, fresca e pulita, e di non far giocare o svolgere un’attività fisica pesante al cane almeno per un’ora dopo che ha mangiato.

Per approfondire leggi Alimentazione del cane

Come prendersi cura di un rottweiler

Avendo il pelo raso, il rottweiler non necessita di toelettatura, è sufficiente una buona spazzolatura (due o tre volte a settimana sono sufficienti), da compiere con una spazzola o con appositi guanti di gomma.

In caso di necessità il rottweiler può essere lavato, ma è preferibile non esagerare con i bagni perché potrebbero pregiudicare la bellezza del pelo; nel caso in cui fosse particolarmente sporco, potrete utilizzare uno shampoo neutro (acquista su Amazon). Bisogna riporre molta cura nell’asciugarlo per evitare di lasciargli addosso umidità residua che potrebbe nuocere alla sua salute; per questo sarebbe meglio rivolgersi ad un toelettatore professionista.

Il rottweiler ha bisogno di molta attività fisica e di continui stimoli mentali. Per questo, portarlo spesso a passeggio (almeno due volte al giorno) e farlo giocare quotidianamente è determinante. Senza un adeguato esercizio fisico, il cane potrebbe annoiarsi e assumere comportamenti distruttivi (ad esempio, masticare mobili o scavare buche in giardino). Un rottweiler sovrappeso può andare incontro a problemi di salute (ad esempio di diabete).

Le patologie alle quali potenzialmente il rottweiler và più comunemente incontro, riguardano malattie cardiache, ematiche, oculari, torsione dello stomaco e displasia del gomito e dell’anca. E’ opportuno fare delle lastre alle anche e ai gomiti, per verificare l’eventuale presenza, lo stato e il grado di displasia. Tali lastre vanno di solito effettuate due volte, durante il ciclo di vita del rottweiler: tra il 6° e l’8° mese e tra il 16° e il 18° mese. Per attenuare la displasia, può essere utile, dopo aver consultato il veterinario, somministrare al cane integratori per le articolazioni.

Generalmente i problemi di salute del cane vengono individuati, a seconda dei casi, mediante normali esami del sangue, delle feci, test specifici ed esami fisici di routine, per questo è molto importante portare regolarmente il cane dal veterinario.

Un rottweiler in buona salute, curato e accudito nel modo giusto, può essere vostro leale compagno per dieci o persino dodici anni.

Rottweiler: letture consigliate

Acquista su Amazon un testo che può aiutarti a prenderti cura nel modo migliore del tuo caro amico.


ARTICOLI CORRELATI

Rottweiler cucciolo
Rottweiler: il carattere
Rottweiler femmina
Nomi per Rottweiler maschi
Nomi per Rottweiler femmina
> Indice Generale Cani
> Razze di cani