Jack Russel: origini

Jack RusselIl Jack Russel appartiene a una razza canina originaria dell’Inghilterra che è nata, sembra, per volontà del reverendo John Russel, un amante della caccia alla volpe desideroso di creare il cane ideale, capace di stanare le prede direttamente dalla loro tana. Per raggiungere il suo obiettivo, decise di incrociare un cane Fox Terrier con la sua cagnolina di nome Trump particolarmente portata per la caccia e motivo di orgoglio del suo padrone. Il reverendo non era particolarmente interessato all’aspetto estetico della nuova razza, puntava soprattutto a quelle doti di agilità e destrezza essenziali per la caccia. Seguirono ulteriori incroci tra diverse razze, tra cui il Bull Dog, il Beagle e il Border Terrier: razze che rappresentavano dei modelli di coraggio e tenacia per gli inglesi.
I diversi incroci hanno dato vita a due razze simili tra loro, ma impiegate in maniera differente nelle azioni di caccia:

  • Parson Russel Terrier: possiede una corporatura robusta e risulta predisposto alla corsa in assistenza ai cavalli durante l’inseguimento della preda.
  • Jack Russel: ha un corpo minuto e agile, ideale per scovare la volpe spaurita che cercava riparo nella propria tana.

Queste due razze lavoravano in collaborazione per soddisfare tutte le esigenze di caccia degli inglesi. Durante le battute, il Jack Russel veniva portato in braccio per poi essere liberato in modo raggiungesse la preda all’interno della tana (non a caso il nome terrier significa letteralmente cane da tana).


Altre fonti fanno risalire le origini del Jack Russel al periodo in cui in Inghilterra ci fu la separazione tra cinofilia da lavoro e cinofilia da esposizione, negando la paternità del reverendo nella nascita di questa razza.

Jack Russel: caratteristiche fisiche

  • Corporatura: è dotato di un’ottima muscolatura, zampe corte ma adatte a scavare nel terreno e a farsi largo negli spazi più stretti. L’altezza misurata al garrese va dai 25 ai 30 centimetri con una circonferenza toracica compresa tra i 40 e i 43 centimetri. La sua forza mandibolare consente di fare presa e tirare.
  • Pelo: il Jack Russel Terrier ha un pelo dal colore quasi completamente bianco con delle macchie marroni o nere disposte su tutto il corpo; solo una particolare razza tipica nel Nord Europa (Jack Russel and Tan) presenta una colorazione nera con sfumature di marrone e macchie bianche su petto e zampe. Possiamo distinguere tre tipi di pelo: liscio, ruvido e Broken (si ottiene incrociando pelo liscio e pelo ruvido). In Italia, la maggior parte dei Jack Russel possiede il pelo liscio in quanto gli acquirenti lo preferiscono di gran lunga rispetto a quello ruvido.
  • Coda: la coda è corta, alta durante l’attività e bassa a riposo.
  • Occhi: ha occhi piccoli e scuri con rime delle palpebre di colore nero.
  • Naso: il naso è nero, come le labbra.
  • Orecchie: le orecchie sono a forma di V e cadenti in avanti.

Nel 1990, la Federazione Internazionale ha dichiarato il riconoscimento della razza (standard Parson Jack Russel) che racchiude le principali caratteristiche di entrambe le razze di cani. Nel 2000, il Jack Russel è stata riconosciuta come razza a sé.

Vivere con un Jack Russel

Addestramento

I Jack Russel possiedono energie inesauribili, perciò tenetelo impegnato in numerose attività per esaurirle, altrimenti sfogheranno la loro vitalità in modi che potrebbero indispettirvi. Con un addestramento appropriato, molta attività fisica e un’educazione a rispettare alcuni limiti, potrete trascorrere un periodo felice insieme al vostro Jack Russel, un cane molto fedele al proprio padrone.


Potete iniziare il vostro addestramento sin dal primo giorno, facendogli capire dove deve fare i suoi bisogni e che non deve temere il trasportino. Dopo circa due mesi dalla nascita potrete passare a un addestramento più articolato, ma senza prolungare troppo le sessioni. Insegnategli i comandi fondamentali (vedi Come addestrare un cane) e soprattutto a essere ubbidiente. Addestrarlo sin dai primi tempi del suo arrivo a casa, vi consentirà di avere ragione del suo carattere ostinato, di fargli capire che il padrone siete voi e come deve comportarsi: questo vi permetterà di costruire una convivenza tranquilla e gioiosa, aggirando i suoi impulsi a fare tutto ciò che gli passa per la testa.

I Jack Russel scavano, perciò eventualmente permettetegli di scavare in un punto del vostro giardino, in modo che non ve lo distrugga interamente.
Eventualmente, iscrivetelo a un corso di addestramento. Molte associazioni cinofile addestrano i cani e organizzano gare di agilità: un ottimo sfogo di energie per il Jack Russel Terrier.

Socializzazione

Fate socializzare il vostro cucciolo, gli insegnerete a non temere la gente sconosciuta e a stare vicino senza problemi ad altri cani o altri animali domestici: eviterete che diventi aggressivo, che abbai in modo compulsivo o che fugga improvvisamente rischiando di essere investito da un auto o di smarrirsi.

Una volta terminate tutte le vaccinazioni, potete portarlo fuori a conoscere i vari ambienti. In modo graduale, lo abituerete a frequentare con serenità i vari contesti, lo porterete al parco, a fare passeggiate lungo strade trafficate, in luoghi affollati, e così via. Lasciatelo interagire con vari tipi di persone e animali. Potreste chiedere a un amico di far conoscere il suo cane al tuo.
Durante il primo anno di vita state attenti ai morsi, non è facile per lui frenare questo istinto.

Rispettate i suoi tempi, se è un po’ timido e ha bisogno di qualche momento in più per stringere amicizie o sentirsi a proprio agio nei diversi ambienti, concedeteglieli assolutamente, senza forzarlo o mettergli fretta.

Quando ci sono altri cani in giro, non prendetelo in braccio, questo lo spaventerà di più e imparerà ad essere aggressivo con loro. Piuttosto, tenetelo al guinzaglio accanto a voi quando si avvicina un altro cane. Evitate però i cani dall’aspetto o dall’atteggiamento poco raccomandabile.

Essendo i Jack Russel Terrier dei cani da caccia, è nella loro natura essere aggressivi, perciò è meglio se evitate di lasciarlo incustodito quando nella zona è presente un altro cane, o un bambino o un gatto. Se lo mantenete sempre attivo fisicamente è più probabile che mantenga un atteggiamento sereno: più si annoia, più la sua propensione ad essere aggressivo o distruttivo aumenta.
Se avete in casa animali di piccola taglia, come criceti, teneteli lontani dal Jack Russel.

Acquista su Amazon il cibo per il tuo Jack Russel

Jack Russel: salute e cure

I Jack Russel sono cani energici, allegri e in salute. Prendetevi cura di loro prevenendo alcune patologie, che comunque sono abbastanza rare.

Come tutti i cani, anche i Jack Russel sono suscettibili a certi problemi di salute, alcuni dei quali più seri di altri. Controllate i seguenti segnali:

  • Lussazione del cristallino: una malattia ereditaria che colpisce l’occhio, portando la lente a spostarsi in uno o entrambi gli occhi.
  • Lussazione della rotula: colpisce il ginocchio, e la rotula si lussa medialmente, con quattro gradi di gravità.
  • Necrosi asettica della testa del femore: la sindrome ha una forte incidenza dai 4 agli 11 mesi. Il trattamento è chirurgico e consiste in un’ostectomia della testa del femore.
  • Sordità: sembra che alcuni soggetti completamente bianchi possano riportare questa patologia.
  • Idrocefalia: coinvolge l’accumulo di fluido al cervello creando pressione sul tessuto che rischia di deteriorarsi.
  • Criptorchidismo: assenza di un testicolo. In questi casi il cane non può essere ammesso alla riproduzione e va sottoposto a orchiectomia del testicolo ritenuto, che può sviluppare tumori.

Jack Russel: letture consigliate

Acquista su Amazon un testo che può aiutarti a prenderti cura nel modo migliore del tuo caro amico.


ARTICOLI CORRELATI

> Jack Russel: il carattere
> Jack Russel: alimentazione
> Jack Russel a pelo ruvido
> Nomi per jack russel maschio
> Nomi per jack russel femmina
> Indice Generale Cani
> Razze di cani