Doccia e febbreDoccia e febbre: anche il vapore di una doccia calda o di un bagno caldo aiuta a decongestionare le mucose nasali e le idrata, lasciando da subito una sensazione di benessere. E’ importante che dopo la doccia o il bagno usciate in un ambiente riscaldato, in modo che non vi sia un eccessivo sbalzo di temperatura.

Una doccia o un bagno caldo di 5-10 minuti può stimolare la sudorazione e, di conseguenza, dare refrigerio al corpo, alleviare i dolori muscolari e decongestionare i seni paranasali, probabilmente ostruiti a causa del raffreddore. Assicuratevi che l’acqua non sia troppo calda, per evitare che la temperatura interna aumenti e la febbre si prolunghi.


Mantenendo il corpo pulito, potrete anche ridurre il rischio di ulteriori infezioni virali o batteriche.

Doccia e febbre: farmaci

Ricordatevi innanzitutto che la febbre aiuta a guarire più velocemente per cui, se dovesse superare i 38° C, prendete del paracetamolo o degli antinfiammatori, altrimenti sopportatela pazientemente. Questi farmaci, oltre a provocare bruciori di stomaco, abbassano troppo la febbre facendo un favore al virus che vi ha colpiti.

Non cedete subito agli antibiotici, in qualche caso sono assolutamente inutili e dannosi. Aspettate due o tre giorni, se insorgono complicazioni, per esempio una brutta tosse, consultate il medico sul da farsi.

Doccia e febbre: idratazione

Uno studio dell’Università di Lethbridge ha fatto chiarezza sui virus influenzali e su come il giusto apporto idrico in caso di influenza possa essere un vero e proprio aiuto. I ricercatori hanno spiegato che esistono vari tipi di virus influenzali che possono causare febbre, affaticamento, dolori muscolari, mal di gola e tosse. I virus attaccano le cellule del naso e della gola o del tratto respiratorio inferiore e si moltiplicano per mezzo della tosse o degli starnuti. Per questo l’organismo viene debilitato e una prima reazione che può sorgere è la carenza di sete e appetito. Ma se il fisico viene sottoposto a disidratazione, con le difese basse, i sintomi possono anche aggravare col tempo.

Infine, i Centers for Disease Control and Prevention americani hanno scoperto che i virus dell’influenza e del raffreddore attecchiscono di più quando si è disidratati. Raccomandano quindi di fare attenzione alla disidratazione anche nei periodi più freddi, bevendo almeno ogni tre ore. Mantenere una buona idratazione aiuta a mantenere forte il proprio sistema immunitario.

Doccia e febbre: altri rimedi

In caso di influenza è consigliabile tanto riposo. L’organismo, infatti, ha bisogno di grande energia per fronteggiare il Virus influenzale e coprendosi adeguatamente e non esponendosi al freddo si consente al corpo di sfruttare tutta la sua energia per lottare.

Bere liquidi caldi, come the, camomilla e tisane in genere, aiuta ad alleviare la congestione nasale e a prevenire la disidratazione, favorendo il ripristino delle mucose infiammate.


Un’alimentazione leggera ma ricca di zuccheri e di vitamine (frutta fresca, succhi di frutta, verdure).

Doccia e febbre: oli essenziali

Gli oli essenziali contro la febbre svolgono azione antinfluenzale e antinfettiva ad ampio spettro, capace di contrastare gli attacchi di virus, batteri e altri microrganismi responsabili di questo sintomo.

  • Olio essenziale di cajeput: i suoi vapori svolgono un’azione battericida nei confronti di streptococchi beta emolitici, diplococchi, e diverse specie di stafilococchi, e nei riguardi di alcuni virus responsabili diinfluenza e febbre, affezioni alle vie respiratorie e del sistema urogenitale. Acquista su Amazon
  • Olio essenziale di tea tree: è considerato uno degli oli essenziali più potenti, in virtù dell’azione antibatterica, antivirale e antifungina ad ampissimo spettro. Per uso interno 2 gocce in un cucchiaino di miele è indicato in caso di infezioni delle vie respiratorie, che provocano faringiti e tonsilliti, febbre, bronchiti, raffreddore, mal di gola, cistite, candidosi e herpes. Acquista su Amazon
  • Olio essenziale di timo: è impiegato con successo nelle infezioni batteriche che colpiscono le vie urinarie, il sistema respiratorio e l’intestino, provocate da batteri proteus mirabilis, enterococchi, stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, alcaiescens dispar, neisseria, corinebatteri. Utile anche in presenza di tosse, raffreddore e febbre. Acquista su Amazon
  • Olio essenziale di bergamotto: si usa da tempo nella medicina popolare, per la cura di febbre, inclusa la malaria, per le sue proprietà antipiretiche.Il frutto del bergamotto è molto usato nella cosmesi naturale e in cucina. Acquista su Amazon

Influenza: prodotti utili

Acquista su Amazon un prodotto utile per la tua influenza


ARTICOLI CORRELATI

> Influenza: trattamento e prevenzione
> Influenza: periodo di incubazione
> Guarire dalla febbre in poco tempo
> Influenza senza febbre: dolori muscolari  
> Ricaduta influenzale
> Sintomi influenzali senza febbre: cosa prendere?
> Patologie: indice generale