Come coltivare il cetrioloCome coltivare il cetriolo: si tratta di una pianta annuale con fusto erbaceo flessibile strisciante o rampicante, che può arrivare a 4 m di lunghezza.

Le foglie sono cordiformi opposte ai cirri. I fiori sono maschili e femminili sulla stessa pianta. Il frutto è allungato e la sua buccia verde scuro (o verde chiaro, bianca o violetto) ha piccole protuberanze. La polpa è dolce e croccante.

Varietà

Le varietà sono molte e i cetrioli si distinguono anche per la forma, il colore e l’uso. Tra le varietà più popolari ci sono il Sensation, il Market e il bianco di Parigi. C’è anche il cetriolo cinese che ha frutti lunghi e sottili, polpa tenera e pochi semi; il suo sapore è fresco e dolce.

Come coltivare il cetriolo: clima e terreno

A causa delle sue origini subtropicali, il cetriolo richiede temperature molto elevate e comunque mai inferiori ai 10°C: la temperatura ottimale è intorno ai 25-28°C. Il cetriolo richiede anche un’elevata disponibilità idrica, senza la quale le piante danno frutti più amari e produzioni ridotte.

Si adatta a diversi tipi di terreno, a eccezione di quelli eccessivamente sciolti o argillosi, ma predilige i terreni di medio impasto, ben esposti, strutturati e irrigui. Il pH ottimale va da 5,8 a 6,8. Il grande sviluppo dell’apparato radicale del cetriolo richiede una lavorazione del terreno profonda (30-35 cm), effettuata a fine estate per sfruttare l’umidità autunnale e l’effetto strutturante dell’alternanza gelo/disgelo, completata da un affinamento prima della semina o del trapianto.


Richiede un’abbondante concimazione organica (3-4 kg/mq)(acquista su Amazon) e sopporta bene anche il letame o il compost poco maturo, che può essere interrato al momento della lavorazione profonda o durante la messa a dimora delle piantine. E’ un avido consumatore di fosforo che può essere apportato alla coltura sotto forma di farina d’ossa (20-50 g/mq).

Come coltivare il cetriolo: semina e trapianto

A partire da maggio, preparato il letto di semina, si tracciano le file alla distanza di 100-130 cm tra loro. Si pongono 3-4 semi (distanziati di qualche cm) per ogni buchetta (ben concimata), a circa 2-4 cm di profondità, mantenendo una distanza di circa 40-50 cm tra le buchette. Una volta germinati, si effettua il diradamento lasciando una sola piantina, la più vigorosa, per posto. Acquista i semi su Amazon

Si può anche eseguire il trapianto, direttamente nelle aiuole, di piantine con il loro pane di terra, verso il mese di giugno, secondo l’andamento stagionale, adottando la stessa densità d’impianto.

Video: Coltivazione cetrioli (by Dall’Orto ai Fornelli)

Come coltivare il cetriolo: pratiche colturali

Annaffiatura

I cetrioli amano abbondanza d’acqua (non ristagno), per evitare che il frutto si svuoti o diventi amaro. Bisogna quindi irrigare spesso, tenendo se possibile un terreno costantemente umido (40-45% di umidità del terreno). Irrigazione orto: acquista su Amazon

Pacciamatura

Quando i semi germogliano aggiungete una pacciamatura. Coprire il terreno limiterà il ritorno di infestanti, mantenendo il terreno caldo e nelle condizioni adatte per i cetrioli.

Eseguite le pacciamature organiche (ad esempio, con paglia (acquista su Amazon) o frammenti di legno) dopo che le piantine hanno germogliato e il terreno si è riscaldato abbastanza. Potete invece applicare le pacciamature in plastica dopo aver piantato i semi. La pacciamatura scura è particolarmente adatta per tenere il terreno caldo e umido.

Acquista su Amazon un telo nero per pacciamatura

Cimatura

Quando la piantina ha 2-3 foglie vere, si procede alla cimatura, che consiste nell’asportazione delle punte (germoglio apicale) in modo da facilitare lo sviluppo dei germogli laterali.

Sarchiatura

Durante la prima fase di vegetazione, specialmente per i cetrioli lasciati senza sostegno, si fanno accurate sarchiature (acquista un sarchiatore su Amazon), così che il terreno, successivamente coperto dalla pianta, rimanga ben pulito.


Tutori

Quando la pianta avrà raggiunto un’altezza di 20-25 cm è il momento di decidere se lasciarla sviluppare raso terra in maniera strisciante oppure se sorreggerla per uno sviluppo verticale con un bastone di legno lungo e robusto (acquista su Amazon)(in modo da reggere agevolmente la pianta anche all’apice della sua crescita). Legate il fusto della pianta al bastone con le fascette o il filo specifico per questo tipo di intervento, in modo da non danneggiare la pianta.

Tecniche colturali

Avvicendamento e consociazione: è una tipica coltura da rinnovo, che precede o segue le colture orticole invernali quali cavolfiore, finocchio, lattuga, sedano. E’ sconsigliabile ripetere la coltura sullo stesso terreno prima di 3-4 anni o coltivarla dopo Solanacee (pomodoro, patata, peperone, melanzana), perché le piante andrebbero facilmente soggette ad attacchi di patogeni fungini (Fusarium spp. e Verticillium spp.), nematodi e insetti.
Si consocia bene con sedano, lattuga, cavoli, fagioli, piselli e mai dolce. Risultati negativi sono stati registrati con patata e pomodoro.

Come coltivare il cetriolo: raccolta

Al raggiungimento delle dimensioni e della consistenza tipiche della varietà coltivata (nelle aree del Sud, già ad aprile), inizia la raccolta, che si effettua con strumenti da taglio per evitare di lesionare la pianta e la scorza del frutto. Mediamente, da 10 metri quadrati di terreno si ottengono 40 kg di frutti.

Come coltivare il cetriolo: conservazione

Contengono poche calorie e vitamine. Per renderli più digeribili, dopo averli tagliati a fette e salati, si lasciano a perdere il liquido di vegetazione per almeno mezz’ora, oppure si consumano con una parte della loro buccia. Questo ortaggio, ottimo conservato sott’aceto, non si presta al congelamento.

Come coltivare il cetriolo: malattie e parassiti

Tra le avversità che destano le maggiori preoccupazioni in coltura protetta ricordiamo il mal bianco, la peronospora, gli afidi e il ragnetto rosso. Come altre cucurbitacee anche il cetriolo è sensibile a diversi virus: in caso d’infezione si consiglia di estirpare le piante e di bruciarle.

Come coltivare il cetriolo in vasoCome coltivare il cetriolo in vaso

Per la coltivazione in vaso sarà meglio optare per varietà piccole che potrete consumare a crudo o conservare sottaceto. Procuratevi dei vasi di almeno 20-30  cm di diametro, uno per piantina e meglio se di terracotta, che potrete sistemare in balcone o vicino a una finestra in pieno sole.

Utilizzate un terreno di buona qualità, ben drenato e leggermente acido, eventualmente aggiungendo un po’ di torba di sfagno, perlite (acquista su Amazon) e compost (acquista su Amazon). Alla base del vaso disponete dell’argilla (acquista su Amazon) o ghiaia, per facilitare il drenaggio dell’acqua ed evitare marciumi. Create nel terreno delle buchette profonde circa 5 cm e riponetevi 5-6 semi. Innaffiate frequentemente, ma evitando pericolosi ristagni.

Utilizzate dei sostegni (acquista su Amazon) adeguati che sorreggeranno la pianta nelle sue fasi di crescita. La temperatura ideale è tra 20 e 28°C. Durante la crescita eliminate le piantine e le parti più deboli o secche ed eseguite una cimatura.

Quando le piantine avranno raggiunto un’altezza di circa 25 cm, inizieranno a schiudersi i primi fiori. Subito dopo arriveranno i frutti. Se ciò non avviene, vorrà dire che l’impollinazione operata dalle api non è avvenuta e dovrete procedere a quella manuale: toccate con un pennello gli stami dei fiori maschili (che producono il polline) e quelli dei fiori femminili. i fiori maschili sono grandi e hanno uno stelo nudo.

Due mesi dopo la semina, potrete raccogliere i cetrioli, tagliandoli alla base.

Cetriolo: uso in cucina e proprietà terapeutiche

I frutti si consumano freschi, in insalata soli o con altri ortaggi. E’ ottimo anche lo tzatziki, una ricetta greca che prevede i cetrioli tagliati a pezzetti regolari, conditi con olio , limone e yogurt bianco naturale con foglioline di menta fresca, e l’aggiunta a piacere di uno spicchio d’aglio.

Rinfrescante, depurativo, emolliente, anticatarrale. Se ne consumano succhi freschi o decotti per uso interno, mentre per quello esterno polpa e succo.

Giardinaggio e orto: letture consigliate

Acquista su Amazon un testo di giardinaggio chiaro e completo, ricco di consigli pratici e di informazioni utili.

Acquista su Amazon un testo sull’orto chiaro e completo, ricco di consigli pratici e di informazioni utili.


ARTICOLI CORRELATI

> Indice generale Orto